Ti accompagnamo per mano verso il chitarrista che vuoi essere.

Chiedi a Max

+41788017444

Articoli

LOCARNO GUITAR LESSONS - LEZIONI E CORSI DI CHITARRA - TEL.: +41788017444 - E-MAIL: INFO@LOCARNOGUITARLESSONS.COM

Come formare una band professionale 4

di Massimo Canonaco



In questa ultima parte parleremo di altri modi per avere un po’ più di certezze sul fatto di avere molte chance come gruppo, riassunti nei seguenti punti:

  1. Certamente se l’obiettivo è quello di essere una band professionale, sarà indispensabile che ognuno di voi studi il proprio strumento, a meno che non si tratti di un virtuoso riconosciuto come tale. Ognuno di voi che non si trovi in questo stato di grazia dovrebbe prendere lezioni da un bravo maestro del proprio genere musicale, o cominciare a prenderle il più presto possibile.Questo sicuramente riduce il rischio di chi investe dei soldi e tempo nella musica … Voi compresi!
  2. Un altro aspetto molto sottovalutato, sono le incompatibilità caratteriali o altri aspetti di fondo di una persona che possono infastidirci. Questi aspetti non possono certo dirci da soli se suonare con una persona o meno, ma bisogna tenerne conto.
  3. Ognuno può dire quello che vuole delle proprie aspirazioni, ma il miglior metro di verifica è la concretezza e immediatezza delle azioni. La procrastinazione è invece il nemico numero uno del successo. Questo atteggiamento di rimandare, del “poi vedremo”, del ”ora non ho tempo”, può seriamente minare in partenza ogni probabilità di successo e anche di fare alcunché. Mettetevi alla prova dandovi dei termini (ragionevoli e ragionati) per eseguire delle cose utili per il gruppo. Avremo occasione di vedere in lungo e in largo in altri articoli quali sono queste cose.
  4. Un altro aspetto che sicuramente ci dà una sicurezza, è il fatto che un musicista abbia realizzato qualcosa di qualità professionale a qualsiasi livello , compresi concerti, dischi, performance,… qualsiasi cosa è importante.
  5. Qualsiasi tipo di dipendenza (droghe, alcol, sesso, internet, gioco, …ecc) potrebbe mandare all’aria il lavoro di anni, se non si aprono gli occhi per tempo. La dipendenza compulsiva distrae dagli altri obiettivi e vi si sostituisce, aprendo la strada al fallimento assicurato. Persino il fumare le sigarette può precludere il responso positivo di una casa discografica (conosco degli esempi anche celebri). Basti pensare che in molti paesi (USA compresi) una foto dove compaiono sigarette e alcool non si può pubblicare! Inoltre oggi si tende ad investire non su un disco ma su una carriera. E gli investimenti a lungo termine richiedono più certezze, specie se si tratta di persone, la risorsa su cui è più difficile investire.
  6. I lati emotivi e comportamentali (timidezza, nervosismo, panico) incompatibili con le attività classiche di una band (soprattutto i concerti davanti a molte persone), possono influire pesantemente sugli obiettivi di una band. Questo tipo di problematiche sono spesso però risolvibilissimi con l’aiuto di un esperto.
  7. Qualsiasi cosa che dimostri che un musicista, per ciò che ha svolto, è capace e incline a lavorare bene in team, è sicuramente una risorsa preziosa.
  8. Abilità organizzative o complementari alle attività della band sono un’altra caratteristica critica da valutare, anche solo per il ruolo nella band.
  9. Ogni band (anche se può non sembrare così) ha un leader, non due, tre o zero. Questo non significa che ogni membro non sia fondamentale o che non abbia la parola su tutto o che si possa decidere senza il suo parere, che sicuramente conta molto, perché una band è come una famiglia… È ogni famiglia ha un/una capo famiglia. Prima si definisce questo aspetto, e prima si evitano un sacco di indecisioni, incomprensioni, problemi e perdite di tempo.
  10. Anche problemi di natura economica o legale vanno perlomeno conosciuti: ogni progetto richiede un investimento di soldi oltre che di tempo (specie all’inizio), e ogni membro dovrebbe contribuire in parti uguali. Problemi legali di qualsiasi tipo potrebbero invece rendere impossibile ogni trattativa con le case discografiche o le agenzie.
  11. Sicuramente un musicista ben attrezzato è sinonimo di qualcuno che crede in quello che fa (oppure è molto ricco, il che non guasta), anche se vi garantisco che persino l’attrezzatura più cara nelle mani sbagliate porta a risultati pessimi.
  12. È fondamentale lavorare con qualcuno con il mindset giusto e compatibile con l’obiettivo. Ogni aspirante professionista dovrebbe seguire un corso di mentoring per musicisti o per band.
  13. Uno statuto o contratto interno della band pone delle basi solide, serie e comuni per ogni band e andrebbe sempre stipulato, definito assieme e firmato il prima possibile. Inoltre dice cosa fare in caso di conflitti e ne evita molti, specie se le cose cominciano a girare per il verso giusto, non solo quando si verificano dei problemi.
  14. La buona salute fisica e mentale di ogni membro è un aspetto imprescindibile.
  15. L’età invece non dovrebbe di per sé essere un metro di giudizio per accogliere un membro in una band.
  16. La volontà di ogni membro di eseguire delle performance e non solo di suonare dal vivo è una caratteristica indispensabile per arrivare anche solo a suonare regolarmente a qualsiasi livello al giorno d’oggi o anche solo per essere notati.
  17. Dedicare giornalmente del tempo alla band è fondamentale. Avere una band non è solo fare prova assieme. Molte band famose sono in grado di lavorare a distanza e provano solo 4-5 settimane prima del tour. Ma anche se distanti, i musicisti di queste band trovano il tempo giornalmente per discutere aspetti organizzativi, di promozione, produzione, pre-produzione, gli obiettivi futuri, …ecc.

Per saperne di più sull’argomento, contattami qui.

Se ti interessa saperne di più sugli argomenti trattati o hai bisogno di aiuto come musicista, contattami a: info@locarnoguitarlessons.com o allo +41788017444.