Ti accompagnamo per mano verso il chitarrista che vuoi essere.

Chiedi a Max

+41788017444

Articoli

LOCARNO GUITAR LESSONS - LEZIONI E CORSI DI CHITARRA - TEL.: +41788017444 - E-MAIL: INFO@LOCARNOGUITARLESSONS.COM

A cosa dovrebbero pensare le band locali – parte 1

di Massimo Canonaco



Il mercato musicale è molto dinamico ed è molto cambiato anche solo negli ultimi cinque anni. Molte delle band locali si preoccupano sì (giustamente) della loro musica, dell’esecuzione dal vivo, e anche della presenza sul palco, ma non si preoccupano molto di altri aspetti vitali.
Ma cosa è necessario, a parte della buona musica, per avere successo, anche solo a livello locale, per una band ORA? In fondo sostanzialmente le stesse cose che servono in ogni altro business oggi… perché chi paga le band o investe nella musica (per qualsiasi ragione) è così che intende l’attività musicale di una band, come un business. Ma in realtà, una casa discografica, un produttore, un’agenzia, cosa cercano nei musicisti?

  1. Professionalità come musicista rispetto alle proprie capacità musicali;
  2. Preparazione mentale;
  3. Affidabilità e lealtà;
  4. Attitudine giusta;
  5. Completezza sotto il profilo delle capacità professionali;
  6. Esperienze di un certo tipo (e non di tutti i tipi);
  7. Sviluppo di aspetti legati alla vendibilità della musica (ad es. l’immagine).

Ma in che senso bisogna prepararsi in questi ambiti? Vediamo assieme di definire alcune linee guida.

Professionalità come musicista rispetto alle proprie capacità musicali

Certo in quest’ambito vi è una grande confusione per le band e i musicisti. Cosa significa essere professionale? Comportarsi come un professionista, SEMPRE. Anche fuori dal palco. Poche band, ancora oggi, si preoccupano:

  • della propria formazione musicale (legata allo strumento);
  • di stilare un curriculum per ogni membro della band;
  • di come prepararsi per un tour o per entrare in studio;
  • di promuoversi seriamente e creare da soli una fan base;
  • di capire quali comportamenti potrebbero minare il successo della band;
  • di impostare la propria attività musicale come un business.

Molte band non si preoccupano in effetti di migliorare le loro qualità musicali, di avere su carta ciò che hanno fatto e di documentarlo con video, foto, audio, articoli, recensioni, …ecc. Non si preoccupano degli aspetti mentali legati all’attività musicale professionale. Molte band locali difficilmente si promuovono al di fuori dei social media e non pensano alla propria attività come a un lavoro o ad una fonte di guadagno.
Questo va contro a ciò che chi investe nei musicisti cerca (e non ti dirà mai direttamente).

Preparazione mentale

Una buona preparazione mentale aiuta una band (e i musicisti) a evitare difficoltà, fallimenti, burn out, inattività, perdite di tempo e soldi, blocchi. In questo senso i membri di una band dovrebbero:

  • Cercare di capire quali sono i comportamenti e l’attitudine comuni alle persone di successo;
  • Comprendere quali atteggiamenti e comportamenti possono davvero minare le possibilità di successo e lavorare per trasformare questi rischi in valori aggiunti per chi investe;
  • Definire chiaramente obiettivi comuni a corto medio e lungo termine e lavorare assieme verso questi obiettivi;
  • Avere un leader che sia capace di ascoltare tutti, ma anche di dare la priorità agli obiettivi fissati assieme;
  • Farsi le domande giuste;
  • Lottare contro la procrastinazione;
  • Prepararsi per non farsi vincere né dalla paura del fallimento, né dalla paura del successo;
  • Organizzare bene il tempo e usare bene le risorse a disposizione. Servono libertà economica, temporale e decisionale.
  • Scoprire il VERO motivo per cui vogliono dedicarsi alla musica.

Affidabilità e lealtà

È importante che chi investe nei musicisti possa contare al 100% sia sulla capacità della band di non tradire le aspettative, di rispettare gli impegni e gli accordi presi, che sul rispetto del lavoro svolto da chi organizza o produce attività, produzioni ed eventi. Ad esempio organizzare concerti direttamente con un responsabile, il cui contatto viene dalla propria agenzia, è sleale, scorretto e poco professionale, perché si bypasserebbe l’agenzia, che ha investito molto per assicurarsi quel contatto per organizzare concerti. Collaborare invece per risolvere problemi che di per sé non dovrebbero risolvere le band, ma le cui soluzioni aiuterebbero tutti a risparmiare tempo e denaro, o a creare un valore aggiunto per la tua band, è un plus non da poco. Be proactive: sii collaborativo e propositivo.

Avere la giusta attitudine

L’attitudine giusta è quella di chi:

  • Lavora per risolvere i problemi invece di lamentarsene;
  • Si dedica alle cose importanti con tutto se stesso e non si limita a scegliere, volere o desiderare;
  • Non rimanda le cose importanti;
  • Organizza bene le proprie risorse di tempo e denaro e le difende con le unghie, fissando le giuste priorità;
  • Conosce il collegamento tra ciò che pensa, ciò in cui crede, ciò che sente e ciò che fa;
  • È disposto a fare qualcosa ogni giorno per raggiungere ciò che si è prefissato;
  • Non trova scuse del tipo “Non ho tempo” o “Non sono capace”, ma si organizza e si informa;
  • Non ha paura di perdere, ma non ha paura di vincere;
  • È e si sente responsabile di ciò che pensa, dice e fa, e quindi si sente libero di decidere davvero;
  • Cerca costantemente di migliorarsi in ogni ambito;
  • Lavora sulle cose concrete, non sui forse o sui ma;
  • Comprendere che come musicista devi venderti.
  • Guarda anche alla visione globale del proprio progetto musicale.

Spero che questa prima parte dell’articolo ti aiuti ad avere le idee un po’ più chiare su cosa fare, se per te la musica è un impegno serio. Perché è un impegno serio anche per chi investe nei musicisti e in realtà oggi non trova facilmente delle band preparate.

Per saperne di più sull’argomento, contattami qui.

Se ti interessa saperne di più sugli argomenti trattati o hai bisogno di aiuto come musicista, contattami a: info@locarnoguitarlessons.com o allo +41788017444.